frase

Notiziario Veneto e Friuli Venezia Giulia

Monti di sappada

Cari soci del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. In questo primo anno “orfani” del CFS l’Associazione di cui mi onoro essere presidente si è trovata di fronte a una sfida utile e fortificante. Abbiamo modificato, migliorato e reso attuale il nostro nobile Statuto senza stravolgerlo nella sua essenza e nei suoi princi-pi fondanti. Siamo e restiamo Forestali e questo lo abbiamo sancito in maniera chiara e indelebile sulla nostra carta istituti-va. Un plauso a tutte le sezioni che, nel rispetto della più sana democrazia associativa si sono espresse e che, a maggioran-za, lo hanno approvato. Il primo Raduno Nazionale della nuova era, celebratosi a Barga (LU) è stato un successo di parteci-pazione e spirito di appartenenza alla grande “famiglia forestale”. Così anche a voi, veneti, friulani e giuliani va il merito di aver organizzato il raduno interregionale presso il sacrario di Nervesa della Battaglia in memoria dei caduti sul Piave e dei caduti di tutte le guerre, momento di grande significato simbolico e celebrativo, ho avuto l’onore di essere tra voi, non co-me presidente, ma come fratello. A nome di tutti i soci Anfor esprimo alle vostre sezioni i più fervidi auguri per le imminenti festività con la certezza che gli anni a venire ci vedranno protagonisti nel professare i nostri ideali forestali. Viva l’Anfor, Viva l’Italia. (il vostro Presidente).
Visualizza il notiziario>>

Assemblea A.N.F.O.R. – Sezione di Napoli - Elette le cariche per il triennio 2017-2020

Napoli Il 15 novembre si è tenuta presso la Sala Convegni del Gruppo Carabinieri Forestale di Napoli,  l’assemblea A.N.F.O.R., l’Associazione degli ex appartenenti al Corpo Forestale dello Stato d’Italia, per gli iscritti della provincia di Napoli.

L’assemblea prevedeva l‘approvazione del bilancio ed il rinnovo delle cariche sociali e si è inoltre tenuta per far conoscere direttamente ai soci la nuova programmazione per l’anno 2018. Scopo dell’Associazione è quello di portare avanti, in sinergia con la cittadinanza civile, principalmente la promozione della tutela ambientale e della  prevenzione AIB.

Dopo il D. L.gs. 177/2016 di soppressione ed assorbimento del C.F.S. all’interno dell’Arma dei carabinieri, l’A.N.F.O.R. ha vissuto un periodo di incertezza e precarietà in ordine alle sue prospettive, ma, in attesa di una definizione del contenzioso legale in atto, intende continuare regolarmente le proprie attività di divulgazione.  

L’assemblea ha accolto l’indicazione del Consiglio Direttivo uscente di muoversi nella direzione di un cambiamento sui metodi con cui affrontare gli obiettivi sociali, che non devono essere di mera presenza o testimonianza, ma farsi parte attiva nella tutela dell’ambiente e del patrimonio forestale. Alla presidenza è stato riconfermato il Commissario C.F.S. in quiescenza Giosuè Laezza ed è stato nominato Vice Presidente il Sovr. Capo C.F.S. in quiescenza Roberto Maglione. Gli altri componenti del Consiglio direttivo sono: Alberto Voccia, Alfonso Ricca e Alessandro Volpe. Il collegio sindacale è stato rinnovato con i nuovi componenti, che sono: Salvatore Gammella (Presidente), Antonio Bosio ed Albino Carlone.

Il 15 novembre si è tenuta presso la Sala Convegni del Gruppo Carabinieri Forestale di Napoli, l’assemblea A.N.F.O.R., l’Associazione degli ex appartenenti al Corpo Forestale dello Stato d’Italia, per gli iscritti della provincia di Napoli.

L’assemblea prevedeva l‘approvazione del bilancio ed il rinnovo delle cariche sociali e si è inoltre tenuta per far conoscere direttamente ai soci la nuova programmazione per l’anno 2018. Scopo dell’Associazione è quello di portare avanti, in sinergia con la cittadinanza civile, principalmente la promozione della tutela ambientale e della prevenzione AIB.

Dopo il D. L.gs. 177/2016 di soppressione ed assorbimento del C.F.S. all’interno dell’Arma dei carabinieri, l’A.N.F.O.R. ha vissuto un periodo di incertezza e precarietà in ordine alle sue prospettive, ma, in attesa di una definizione del contenzioso legale in atto, intende continuare regolarmente le proprie attività di divulgazione.

L’assemblea ha accolto l’indicazione del Consiglio Direttivo uscente di muoversi nella direzione di un cambiamento sui metodi con cui affrontare gli obiettivi sociali, che non devono essere di mera presenza o testimonianza, ma farsi parte attiva nella tutela dell’ambiente e del patrimonio forestale. Alla presidenza è stato riconfermato il Commissario C.F.S. in quiescenza Giosuè Laezza ed è stato nominato Vice Presidente il Sovr. Capo C.F.S. in quiescenza Roberto Maglione. Gli altri componenti del Consiglio direttivo sono: Alberto Voccia, Alfonso Ricca e Alessandro Volpe. Il collegio sindacale è stato rinnovato con i nuovi componenti, che sono: Salvatore Gammella (Presidente), Antonio Bosio ed Albino Carlone.

Consegna Bandiera

1consegna bandiera

IL PRESIDENTE NAZIONALE A.N.FOR ING.SCARPELLI consegna la bandiera del Corpo Forestale dello Stato, ricevuta dal Sig. PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, al Generale di B. Umberto D'Autilia, affichè venga custodita presso la Scuola FORESTALE/CARABINIERI di Cittaducale dove verrà custodita in una teca illumina e visibile ai visitatori.

Leggi tutto...

Anfor Milano: 'Orto Botanico dell'Università di Pavia

Cattura

Come Associazione Nazionale Forestali di Milano stiamo organizzando un incontro pubblico per il 14 ottobre prossimo all'Orto Botanico dell'Università di Pavia.

L'incontro pubblico è dedicato a Fulgenzio Vitman (1728-1806­), Abate Vallombrosano, insigne botanico, docente all'Univer­sità di Pavia, primo direttore dell'Orto Botanico di Brera dove insegnava ai farmacisti.
Un Va­llombrosano che rappresenta lo spirito dei Forestali: studioso, ricercatore sul campo, progettista di Orti botanici, profondo divulgatore, docente .  La sede sarà l'Orto Botanico di Pavia e il programma prevede l'introduzione del socio Anfor dr. Alberto Guzzi, un intervento relativo ai Vallombrosani e il Corpo Forestale di Alessandra Stefani, un intervento sulla figura e l'importanza scientifico/didattica di Vitman (Professore Francesco Sartori, Direttore Orto Botanico Università di Pavia), un intervento sul suo erbario ( . . . . . . ) , un intervento sulla parte di vita trascorsa a Milano (Professoressa Agnese Visconti).  La bozza di programma pre­vede di iniziare alle 9,30, condensare gli interventi in 15 - 20 minuti ciascuno, per avere il tempo di essere accompagn­ati a visitare l'Orto Botanico.  Abbiamo previsto il pranzo appena fuori Pavia, vicino al complesso monumentale di San Lanfranco (visitabile nel pomeriggio) l'antico Monastero del Santo Sepolcro fon­dato dai Vallombrosani nel 1190. . . . "Fuori porta Marica, poco distante dalle mura della città, ov'è il ponte di pietra, comincia una valle che... si chiama Val Vernasca. Quivi dunque, come in luogo opportuno alle divine contemplazioni, alcuni monaci vallombrosani, venuti da Toscana in Lombardia, 17 anni dopo la morte di San Giovanni Gualberto, loro fondatore, fabbricarono un tempio in onor del sepolcro di Cristo ed monastero". Le primitive costruzioni in legno in cui risiedevano i monaci vallombrosani furono poi sostituite dagli edifici in muratura che tutt'ora fiancheggiano la facciata de­lla chiesa.
Marco Dellantonio

 

Visualizza la locandina>>

VII Raduno Naz. Forestali

PHOTOGALLERY

foto forestale

DMC Firewall is a Joomla Security extension!